domenica 13 aprile 2014

Riassunto della mia vita

42 mesi tra 2 giorni


- Lo sai perché mi piace cucinare?
- No, perché?
- Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e quando dico niente voglio dire n-i-e-n-t-e, una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d'uovo, zucchero e latte, l'impasto si addensa: è un tale conforto!

Meryl Streep dal film Julie & Julia

 
 



martedì 4 febbraio 2014

Il martedì del materiale: il vassoio

39 mesi
 
Ho deciso di inaugurare un'apposita sezione settimanale, dove cercherò di illustrare il materiale montessoriano, cosa che spesso si dà per scontata, sia perché Internet pullula di proposte ispirate al metodo, sia perché alcuni materiali tipici del metodo appartengono già alla nostra realtà.
 
Mi piace cominciare oggi dal vassoio, un oggetto che evoca il cibo e il servizio. I camerieri portano le vivande sui vassoi, c'è il vassoio del pranzo anche a scuola o il vassoio della colazione che qualche fortunata (non io!) può ricevere perfino a letto nelle occasioni speciali. Altri tipi di vassoi invece appartengono all'ambito medico, mentre piccoli contenitori dalla stessa forma possono servire come svuota-tasche o come poggiapenne.
 
L'idea montessoriana è quella di raggruppare ogni attività ben separata dalle altre, anche se simili, in modo che il bambino possa trovare al suo interno tutti gli strumenti che gli servono per lavorare. Questo gli dà modo sia di trasportare il suo lavoro con un solo "viaggio" dallo scaffale al tavolo o al pavimento, sia di avere un contenitore per riporre tutto una volta terminata l'attività.
 
Durante lo svolgimento dell'attività, poi, il vassoio invita il bambino all'ordine perché i bordi delimitano lo spazio di azione: i famosi travasi, per esempio, si svolgono lasciando le brocche dentro il vassoio stesso. In questo modo, la regola del riordinare è mostrata con chiara evidenza dalla presenza del vassoio, senza che la maestra debba sbraitare per ottenerne il rispetto.
 
I vassoi sono anche una soluzione per tenere ordine a casa, anche per chi ha poco spazio, inoltre può essere scelto come modalità di gestione di alcune attività come i materiali per dipingere, un vassoio per i fogli da disegno, oppure un vassoio per le perline delle collane o per il collage.
 
Il vassoio montessoriano classico è proprio quello della colazione: rettangolare, di legno chiaro con le maniglie intagliate e ha il lato lungo pari allo spazio che c'è tra le due mani del bambino parallele al busto. Se ne trovano di perfetti nelle grandi catene di attrezzature per il bricolage, come questi.
 
 
 
Le maestre di Cico li hanno costruiti incollando due manigliette di metallo ottonato (le maniglie piccole da armadietto del bagno vanno bene) ai bordi di vassoi rettangolari di legno che non le avevano.
 
Ma è perfetto anche il modello Klack di Ikea che ha il vantaggio di avere il fondo in melammina, più facile da pulire.
 

 
 
Il difetto è la misura, un po' grande per la mani di un bambino. Piccolo, colorato, in plastica, è molto carino questo modello in vendita su How we Montessori shop, soprattutto per appoggiare le cose piccole. Ci sono varie combinazioni di colore.
 

 
 
Noi a casa abbiamo comperato il vassoio con i finti formaggi di Imaginarium.
 

 
Eliminati i formaggi, è rimasto il vassoio che è della misura giusta ed è in legno.
 
 
 
 
 
 

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...